Il trading è una truffa?

A questa domanda possiamo rispondere con un’altra domanda; “Se davvero è una truffa, vi pare possibile che vada avanti da anni e che ogni broker online aumenti il numero dei trader ogni anno?”. Appunto! Purtroppo online si leggono spesso storie di fantomatici personaggi “truffati” dal trading, che stando alle loro storie tutta la borsa italiana e internazionale sembrerebbe una grande bolla, tutto falso è solo una truffa!

In realtà poi se si vanno a vedere più a fondo, quali sono le reali motivazioni, di quel che questi personaggi scrivono, ci si rende conto che sono solo dei poveri sprovveduti che credevano di fare soldi in borsa in cinque minuti. Investendo soldi, per altro molto pochi, per giocare in borsa senza un minimo di formazione, senza seguire gli indici di borsa, senza prendersi neppure un periodo di prova con un conto demo prima di iniziare a investire soldi veri.

Come sappiamo, tutti i grandi broker online mettono a disposizione dei conti demo, proprio per evitare che accada questo, in sostanza chi scrive su qualche forum o blog che il trading è una truffa, in realtà non ha fatto altro che registrarsi, trasferire un centinaio di Euro per giocare in borsa e ha perso, tutto qui. Non ha seguito neppure la minima parte dei consigli e suggerimenti messi a disposizione dei broker, i quali sono i primi a dichiarare che con il trading si possono perdere tutti i soldi, lo scrivono in tutte le pagine.

Seguire i consigli dei broker non è mai tempo perso

Investire in borsa vuol dire anche studiare, analizzare grafici e report, seguire news e tutto quanto avviene nella politica internazionale, gli indici di borsa servono anche a questo, per avere un’idea di come il mercato azionario si sta muovendo, di conseguenza anche il trader deve valutare le sue mosse per ottenere un guadagno, altrimenti giocare in borsa senza un minimo di “apprendistato” è molto simile al gioco della lotteria, punti e vinci se sei fortunato!

Con la borsa italiana invece e tutta un’altra cosa, si dice comunque giocare in borsa, ma in realtà di gioco c’è ben poco, salvo che non si faccia davvero per passare il tempo e non per guadagnare. In questo caso la borsa può apparire come la ricevitoria del lotto, si puntano un po’ di numeri e s’incrociano le dita.

Altra storia invece è investire in borsa, farlo seriamente vuol dire capire bene cosa significa investire in azioni, obbligazioni, materie prime ecc … Imparare a usare la piattaforma scelta, capire quali sono i meccanismi che fanno alzare o abbassare il valore delle azioni e molto altro, questo significa investire nella borsa italiana, farlo con consapevolezza e chiarezza di idee. Solo in questo modo si evitano esperienze negative, che ovviamente non sono imputabili al broker, ma all’incapacità di gestire l’investimento, fare errori simili poi porta a sfoghi alquanto improbabili, sintomo di un’isteria che assale le menti deboli.

Trading truffa: L’unica truffa è quella mentale di chi è stato sprovveduto

Una persona che perde denaro con qualche investimento non andato a buon fine, se l’ha fatto con coscienza e consapevolezza, seguendo informazioni, dati e grafici, non imputerà mai la responsabilità al broker, ma semmai alla scarsa capacità di interpretare quel determinato investimento.

Questo per dire che spesso quello che si legge di negativo sul trading, effettivamente di negativo c’è solo la persona che lo scritto, sicuramente poco attenta e frettolosa.

Comunque se vogliamo fare un’ultima considerazione, possiamo anche dire che, se mai il trading o investire in borsa fosse davvero una truffa, qualcuno dovrebbe spiegare come mai ci sono milioni di persone che ogni giorno preferiscono giocare in borsa piuttosto che alla lotteria? Che siano tutti insani di mente?

REDAZIONE BORSA DIVERSA

© Riproduzione riservata

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *