Tag: trading

L’incertezza sulla Brexit rende impossibile fare trading con la sterlina

No Comments
brexit-sterlina-forex-borsa

La Brexit torna di moda e quindi ne parliamo anche noi.

Cosa sta succendendo in UK? e la sterlina?

Brexit: situazione politica

Il tempo stringe verso il D-day per Theresa May dell’11 dicembre, quando la Camera dei Comuni emetterà il verdetto sul suo accordo Brexit.

La maggior parte degli osservatori politici concorda sul fatto che al momento il primo ministro non abbia i numeri per farlo passare in Parlamento. Ma prima che avvenga la votazione, i parlamentari avranno a disposizione diversi giorni di discussione sull’accordo. Tutto può accadere.

Secondo la legge, la Camera dei comuni deve “approvare” questa mozione prima di procedere all’attuazione dell’accordo Brexit. Ma se i parlamentari finiscono per modificare / sostituire la formulazione, questa potrebbe non essere più considerata come “approvazione”.

Fondamentalmente, il voto è sia sull’accordo di ritiro – un documento legalmente vincolante che include il controverso backstop dell’Irlanda del Nord – sia sul futuro quadro politico, un insieme di disposizioni generali per un accordo commerciale UE / Regno Unito.

E i mercati?

Gli investitori nervosi si stanno allontanando dal fare grandi scommesse sulla sterlina a causa dell’incertezza intorno alla Brexit.

Dal referendum del 2016 in pi, la sterlina è sempre stata sotto i riflettori dei mercati, salendo e scendendo in linea con tutti i colpi di scena che si sono susseguiti da quel referendum. Ma mentre il passa e la posta in gioco aumenta, la valuta sta diventando meno volatile. La sterlina ha oscillato intorno ai $ 1,27 circa, dalla scorsa estate.

La sterlina è “assolutamente impossibile da negoziare a questo punto” a causa dei molteplici cambiamenti causati dalla Brexit”, ha affermato Stephen Gallo, responsabile della strategia forex presso la Bank of Montreal.

I traders nervosi si stanno rivolgendo ai mercati dei derivati per speculare su come si svolgerà la Brexit nei prossimi tre mesi. L’attività indica che i mercati si aspettano che i parlamentari votino l’accordo Brexit del Primo Ministro Theresa May l’11 dicembre, ma sono meno sicuri di cosa accadrà dopo.

Gli investitori a lungo termine sono seduti in disparte, non disposti a vedere i loro rendimenti esposti a un mercato imprevedibile.

“È una situazione molto insolita perché il mercato è normalmente molto sofisticato nella gestione del rischio di eventi – ma non questa volta. C’è un sacco di paura, ma non ci sono scadenze concrete o risultati che i partecipanti al mercato possano tenere in considerazione”, ha detto Girome Bono, amministratore delegato e direttore degli investimenti di White Marigold Capital.

Categories: Analisi Tags: Tag:, , , , , ,

Come fare Trading con Commodities

4 Comments

I mercati delle commodities, ovvero delle materie prime, sia storicamente che nei tempi moderni, hanno avuto un enorme impatto economico su nazioni e persone. L’impatto delle commodities nel corso della storia non è ancora del tutto noto, ma si pensa che i futures sul riso hanno fatto la loro apparizione in Cina circa 6000 anni fa.

La scarsità di materie prime critiche é stata la causa di guerre nel corso della storia. Ad esempio, nella seconda guerra mondiale, quando il Giappone ha invaso terre straniere per assicurare le sue forniture di petrolio e gomma. Mentre l’eccesso di offerta può avere un impatto devastante su una regione a causa della svalutazione delle materie prime chiave.

Le materie prime energetiche come il petrolio greggio sono osservate da vicino da paesi, aziende e consumatori. Il consumatore medio in Occidente può essere significativamente influenzato dagli alti prezzi del petrolio. In alternativa, le nazioni produttrici di petrolio in Medio Oriente (altamente dipendenti dai petrodollari come fonte di reddito) possono subire un impatto negativo dai bassi prezzi del petrolio.

Le improvvise interruzioni nella fornitura, causate da eventi meteorologici o catastrofi naturali, possono non solo causare un aumento della volatilità dei prezzi, ma anche una penuria di cibo e altri prodotti a livello nazionale. A continuazione vi illustriamo il ruolo dei principali prodotti nell’economia globale e il modo in cui gli investitori possono trasformare gli eventi economici in opportunità.

Tipi di commodities

I quattro principali tipi di commodities sono i seguenti:

Materie prime energetiche: comprendono petrolio greggio, gas naturale, benzina e olio per riscaldamento.
Metalli: includono oro, argento, platino e rame.
Bestiame: questa categoria comprende maiale magro, bovini da ingrasso e bovini vivi.
Prodotti agricoli: comprende mais, soia, grano, riso, cacao, caffè, cotone e zucchero.

Le antiche civiltà commerciavano con un’ampia varietà di merci, come bestiame, spezie, oro e conchiglie. Sebbene la qualità del prodotto, la consegna e i metodi di trasporto non fossero generalmente molto affidabili, il commercio di materie prime era un’attività commerciale essenziale.

Il potere degli imperi può essere visto come proporzionale alla loro capacità di creare e gestire sistemi di trading complessi e facilitare le transazioni con le merci. In quanto queste sono servite da motore per il commercio, lo sviluppo economico e il controllo dei tesori del regno. La reputazione e l’affidabilità erano le basi essenziali per garantire la fiducia di vecchi investitori, commercianti e fornitori.

Caratteristiche di investimento delle commodities

Il trading con le materie prime avviene direttamente in mercati spot (si tratta di mercati valori, commodities e altri attivi in cui le merci deperibili e non deperibili sono acquistate e vendute per essere consegnare immediatamente o entro un breve periodo di tempo) o attraverso derivati finanziari come i futures principalmente. Le transazioni con contratti di commodities in borsa o mercati centralizzati possono richiedere standard precedentemente stabiliti, in modo che le operazioni possano essere eseguite senza ispezione visiva.

Un investitore non vorrà acquistare 100 unità di bestiame solo per scoprire poi che il bestiame è malato, o scoprire che lo zucchero o il riso acquistato è di qualità inferiore.

Esistono altre cose in cui il trading e gli investimenti su commodities possono essere molto diversi rispetto all’investire in attivi tradizionali come azioni e obbligazioni. Lo sviluppo economico globale, i progressi tecnologici e le richieste del mercato di materie prime influenzano i prezzi di prodotti come petrolio, rame, alluminio, zucchero e mais. Ad esempio, l’ascesa della Cina e dell’India come potenze economiche globali ha contribuito al declino della disponibilità di metalli industriali come l’acciaio per il resto del pianeta.

I principi economici di base tendono a seguire i mercati delle materie prime: un’offerta più bassa equivale a prezzi più alti. Ad esempio, gli investitori possono seguire i modelli sul comportamento del prezzo del bestiame e le relative statistiche. Interruzioni significative dell’offerta causate da malattie e altri fattori possono generare importanti opportunità per gli investitori, dato che la domanda di bestiame a lungo termine è generalmente stabile e prevedibile.

Oro e metalli preziosi

È importante che l’investitore prenda le debite precauzioni quando investe in determinati prodotti. Poiché può essere piuttosto rischioso, specialmente se non esegue le sue transazioni speculative con la dovuta attenzione e l’analisi richiesta. Ci sono alcuni prodotti che sono più popolari e che allo stesso tempo hanno una natura più volatile.

Condizioni di mercato altamente volatili o al ribasso come quelle presenti durante la crisi finanziaria del 2008 possono far sì che molti investitori timorosi trasferiscano i loro soldi in metalli preziosi come l’oro, che storicamente è stato visto come un metallo affidabile con un valore trasmissibile.

Gli investitori che perdono denaro nel mercato azionario possono ottenere rendimenti interessanti con metalli preziosi. Queste materie prime possono anche essere utilizzate come copertura o protezione contro inflazione elevata o periodi di svalutazione della moneta.

I prodotti energetici

Le commodities energetiche come il petrolio svolgono un ruolo vitale nell’economia di oggi. Gli eventi economici e politici in tutto il mondo e una riduzione della produzione di petrolio possono causare un aumento dei prezzi di questo prodotto. Per questo motivo, gli investitori considerano le limitate fonti di petrolio in contrasto con la domanda sempre crescente di carburante. Tuttavia, le prospettive ottimistiche riguardo al prezzo del petrolio dovrebbero essere analizzate attentamente.

La crisi economica, cambiamenti nella produzione da parte della Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio (OPEC) e anche avanzi tecnologici emergenti (come l’energia solare, eolica e biocombustuble) che cercano di integrare il petrolio come fonte di energia devono essere presi in considerazione.

Rischi connessi al trading di commodities

Gli investimenti in materie prime possono essere piuttosto rischiosi perché possono essere influenzati da eventualità impossibili da prevedere. Queste eventualità includono modelli meteorologici inusuali, disastri naturali, epidemie e disastri causati dall’uomo. Ad esempio, i cereali hanno mercati estremamente attivi e possono essere piuttosto volatili durante i mesi estivi e i periodi di transizione climatica.

Pertanto, può essere una buona idea non collocare più del 10% di un portafoglio di investimenti in materie prime (a meno che non si abbia una chiara idea delle tendenze del mercato o degli eventi che potrebbero influenzarlo).

Mercati o borse di commodities

Dato che le materie prime svolgono un ruolo fondamentale ed estremamente importante nei mercati economici globali e influenzano la vita della maggior parte delle persone sul pianeta, ci sono molti mercati o borse di commodities e futures in tutto il mondo. Ciascuna di queste borse offre la possibilità di operare con diverse commodities o é specializzata in uno particolare. Ad esempio, alcune borse negli Stati Uniti sono dedicate alle transazioni con materie prime energetiche mentre altre sono specializzate nei cereali.

I mercati delle materie prime più popolari sono il CME Group (Nasdaq: CME), l’Intercontinental Exchange (NYSE: ICE), il Kansas City Board of Trade e il London Metal Exchange.

Futures e Hedging con commodities

Futures, contratti Forward e hedging sono metodi comuni di negoziazione delle materie prime. L’industria aerea è un esempio di una grande industria che deve garantire enormi quantità di carburante a prezzi stabili a fini di pianificazione. A causa di questa necessità, le compagnie aeree realizzano operazioni di copertura e acquistano carburante a prezzi fissi per un certo periodo di tempo. Al fine di evitare la volatilità del mercato del petrolio greggio e della benzina, che potrebbe tradursi in un bilancio più volatile e rischioso per gli investitori.

Anche le cooperative agricole usano questo meccanismo. Senza futures e hedging, la volatilità delle materie prime causerebbe la bancarotta delle imprese che richiedono la prevedibilità nella gestione delle loro spese. Pertanto, i mercati delle materie prime sono utilizzati dai produttori e dai fornitori di servizi come parte del loro processo di budget. La possibilità di normalizzare le spese attraverso l’uso di contratti forward riduce significativamente il mal di testa legato al flusso di cassa.

Conclusioni

Gli investimenti in materie prime possono rapidamente trasformarsi in speculazioni e persino in un gioco d’azzardo se il trader non prende decisioni informate. Tuttavia, attraverso l’uso di futures su commodities o di copertura attraverso questi attivi, gli investitori e i pianificatori aziendali possono garantire i prezzi e proteggersi dalla volatilità dei mercati delle materie prime. La crescita della popolazione unita a un’offerta agricola limitata può offrire opportunità per approfittare dell’aumento dei prezzi dei prodotti agricoli. La domanda di metalli industriali può creare opportunità di profitto con futuri aumenti di prezzo. Quando i mercati finanziari sono insolitamente volatili o ribassisti, le materie prime possono anche sperimentare un aumento del loro valore e diventare un rifugio (temporaneo) per risparmiare denaro.

REDAZIONE BORSA DIVERSA

© Riproduzione riservata

Tradingview Italia: trading e bitcoin, truffa?

No Comments
tradingview-recensioni-forex,bitcoin

Fare trading online è diventato la priorità di molti investitori, i quali sfruttando i servizi offerti da vari broker, possono investire in modo autonomo e avere il totale controllo dei lori capitali. Sotto certi punti di vita una rivoluzione che si compie da almeno una decina di anni e con ritmi molto elevati in questi ultimi quattro. Il tipo di coinvolgimento è talmente alto, che ogni giorno ci sono nuovi trader o futuri tali, che iniziano a smanettare nelle varie piattaforme di trading online, per altro questo è il punto più facile, sì perché, comprare e vendere azioni, titoli ecc … con i nuovi sistemi è molto semplice, cosa più complicata invece è cosa vendere o comprare.

Ed ecco che arriva la soluzione anche a questo problemino, le informazioni sono importanti in ogni ambito, negli investimenti sono vitali, sapere cosa e come con un po’ di anticipo vuol dire guadagnare, fare soldi! A questo tenta di dare una soluzione Tradingview, una piattaforma di informazioni riguardanti il mondo degli investimenti e del trading online. In questo caso parliamo di Tradingview Italia, in altre parole la versione per il nostro paese, poiché è disponibile in oltre venti paesi e rispettive lingue, questo dato comunque dovrebbe far riflettere sulla portata del fenomeno, che come si può intuire è di interesse internazionale.

Tradingview Italia vediamo cos’è

Come anticipato è una piattaforma internazionale il cui focus è il trading, gli investimenti online, quindi la Borsa, le azioni, il Bitcoin e tutto il corollario che fa parte di questo mondo in continua espansione. Vediamo come può esserci utile Tradingview nel momento in cui vogliamo renderci indipendenti negli investimenti, la prima cosa da sapere è che questo servizio offre anche la sua Tradingview App, per ora solo per sistemi Apple. Ora, Tradingview è sostanzialmente un servizio di charting, vale a dire una piattaforma che offre l’accesso a tutte le quotazioni in tempo reale, quindi azioni, Borsa, Bitcoin ecc …

Si tratta di uno strumento per privati investitori, ma anche per trader consumati quanto per investitori istituzionali, grazie alle sue tante funzionalità, con Tradingview Italia in teoria si possono pianificare strategie di investimento, condividendo e scambiando informazioni con altri trader. Per dirla grossolanamente, anche se non è così, diciamo che Tradingview è una sorta di “social dedicato al trading”, giusto per far capire il punto focale. Registrandosi al sito, si potrà accedere a tutta una serie di informazioni in tempo reale, consultare grafici, analisi e molto altro, ma la cosa più importante rimane sicuramente il lato partecipativo della piattaforma, dove altri trader scambiano le loro idee, previsioni e informazioni, in questo modo tutti, specie chi è digiuno di esperienza, potrà avvantaggiarsene per iniziare a tradare seguendo chi ha più esperienza.

Abbiamo trovato questo video su Youtube e potrebbe esservi utile:

Se volete approfondire, ecco altre info e link utili:

Sito ufficiale italiano: https://it.tradingview.com/

Tradingview su Wikipedia: https://en.wikipedia.org/wiki/TradingView

Profilo Twitter:

 

Tradingview è una truffa?

Questa domanda è quasi sfiancante, ogni volta che si parla di trading, investimenti online e affini, spunta sempre fuori la parolina “magica”, truffa! Occorre comunque sempre sottolinearlo, è stato così per tutti i broker, per i Bitcoin e per ogni novità che ha a che fare con gli investimenti.

Chiarito questo, riguardo Tradingview non ci è dato capire se si tratta di una truffa, non è una questione semplice. Tradingview ha iniziato a lavorare su altri mercati, per questo su Tradingview Italia non si trovano molte informazioni in giro. Ci si può basare su recensioni e commenti in inglese su altri target market. Su internet si può trovare di tutto. Infatti quello che abbiamo constatato è che si trovano sia commenti positivi che negativi su Tradingview. C’è chi dice sia una truffa e chi lo nega assolutamente.  In ogni caso ci sono tre differenti piani di Tradingview Italia Pro, Pro+ e Premium, tutti possono esser provati per un periodo di trenta giorni, prima di iniziare a pagare, se non soddisfa o interessa semplicemente si smette di usarlo. Questo potrebbe darti l’idea se si tratta di una truffa o no.

Ovviamente per avere il polso del servizio, magari usando anche la Tradingview App, per i possessori di iPhone, il miglior modo è di testare il servizio per almeno 30 giorni, l’esperienza diretta è tutt’altra cosa.

Tradingview App le informazioni in movimento

Le App in genere hanno lo scopo di favorire e rendere sempre disponibile un servizio, una comodità che in molti casi non è fine a se stessa, è no, perché le informazioni possono avere un valore economico, come in questo caso con quelle del mondo economico e degli investimenti. Esempio, se arriva una notizia mentre siete sul taxi che vi porta a casa, ed è una di quelle che aspettavate e che potenzialmente è redditizia investendo al volo, riceverla con la Tradingview App vi darà un vantaggio competitivo, investendo immediatamente sempre usando il vostro smartphone con la piattaforma di trading scelta.

Questo è solo un esempio, ma che si può tranquillamente concretizzare nella realtà, perché le informazioni sono alla base degli investimenti, la Borsa, non è la roulette, dove si punta un colore, investire vuol dire analisi, previsioni e soprattutto notizie! Con la Tradingview App, ogni trader può tenersi aggiornato su tutto, accedere ai grafici facilmente e interagire con altri investitori parlando di trading, di Borsa, Bitcoin e di ogni altro argomento d’interesse che posso essere poi convertito in azioni profittevoli.

Bitcoin & Co.

Ok, abbiamo visto che Tradingview Italia è un sistema di informazioni o se volete notizie, che non necessariamente provengono dall’alto, anzi, molte delle migliori, spesso sono offerte da altri trader. Come fu ad esempio nel periodo dei massimi del Bitcoin, alcune settimane prima dei grandi rialzi, molti trader esperti avevano avvertito della grande opportunità, infatti, così fu e quelli che investirono in Bitcoin con un discreto anticipo, si sono visti moltiplicare il valore dell’investimento varie volte.

Ecco, questa è la Borsa, o meglio gli investimenti online, le azioni quanto i Bitcoin, tutti asset sui quali investire ma che per farlo non dobbiamo affidarci alla casualità o a riti esoterici, sono cose concrete dove i soldi sono reali, per cui occorre avere un approccio serio e consapevole. Tradingview Italia offre questo “servizio informazioni” per i trader ma quello che bisonga considerare è se una volta entrati nel sistema le piattaforme di Tradingview funziono oppure no. Puoi avere tutte le informazioni che vuoi ma se la piattaforma non funziona puopi perdere un sacco di soldi.

Investire in Borsa con Tradingview

Molti neo-trader, che giustamente non hanno ancora le idee chiare potrebbero incappare facilmente in una truffa nell’ambito del trading. Leggendo alcune recensioni, sembrerebbe che questo sia successo anche per chi ha iniziato con Tradingview. C’è anche da dire che in molti, essendo inesperti, fanno sbagli e incolpano il broker perchè non sanno dove mettere le mani. Del resto senza la conoscenza in ogni ambito specifico non si va da nessuna parte. Quindi anche questo è un aspetto da tenere in considerazione nella recensione generale di Tradingview Italia.  Su questa piattaforma, una volta registrati, si può accedere a grafici delle azioni, obbligazioni, titoli, cripto valute come il Bitcoin, Ethereum e molte altre.

Per investire in Borsa e fare trading avere gli strumenti giusti per orientare gli investimenti, vuol dire massimizzare i guadagni riducendo fortemente le perdite. Come già detto, le informazioni sono fondamentali, specie quando il mercato è molto stimolato da mille sollecitazioni economiche e politiche, in questi casi, la “soffiata” giusta può farci fare davvero il salto di qualità.

Con Tradingview Italia, almeno le premesse ci sono, ora non resta che vedere se il servizio si dimostra davvero all’altezza del compito o se si tratta dell’ennesima truffa!

REDAZIONE BORSA DIVERSA

© Riproduzione riservata