Tag: dow jones

Indici di Borsa: analizziamo il Dow Jones

No Comments
indici-di-borsa-dow-jones

Acquisendo una chiara comprensione di come vengono creati gli indici di borsa e di come si differenziano, sarete sulla buona strada per dare un senso ai movimenti quotidiani nel mercato azionario.

Qui analizziamo il principale indice di borsa in modo tale che la prossima volta che sentirete qualcuno fare riferimento alla borsa e ai suoi indici, avrete un’idea migliore di ciò che intendono.

Indici di borsa: Dow Jones

Il Dow Jones Industrial Average (DJIA) è uno degli indici più “anziani”, più conosciuto e più utilizzato al mondo. Comprende le azioni di 30 delle più grandi e più influenti società negli Stati Uniti.

E’ uno dei titoli più significativi negoziati sul New York Stock Exchange (NYSE) e sul NASDAQ. Il DJIA fu inventato da Charles Dow nel 1896. Definito spesso “il Dow”, il DJIA comprende società come General Electric Company, Walt Disney Company, Exxon Mobil Corporation e Microsoft Corporation.

Il DJIA è noto come indice ponderato in base al prezzo. Inizialmente è stato calcolato sommando il prezzo per azione delle azioni di ciascuna società nell’indice e dividendo questa somma in base al numero di società. Sfortunatamente, non è più così semplice da calcolare. Nel corso degli anni, le scissioni di azioni, gli spin-off e altri eventi hanno portato a cambiamenti nel divisore, rendendolo un numero molto piccolo (meno di 0,2).

Il DJIA rappresenta circa un quarto del valore dell’intera borsa degli Stati Uniti, ma una variazione percentuale nel Dow non dovrebbe essere interpretata come un’indicazione precisa che l’intero mercato è sceso dello stesso punto percentuale. Ciò è dovuto alla funzione ponderata in base al prezzo del Dow. Il problema di base è che una variazione di $ 1 nel prezzo di un titolo di $ 120 nell’indice avrà un effetto maggiore sul DJIA di una variazione di $ 1 nel prezzo di un titolo di $ 20, anche se le azioni più costose potrebbero essere cambiate solo 0,8% e l’altro 5%.

Un cambiamento nel Dow rappresenta cambiamenti nelle aspettative degli investitori sui guadagni e sui rischi delle grandi aziende. Poiché l’atteggiamento generale nei confronti delle azioni a larga capitalizzazione spesso differisce dall’atteggiamento nei confronti di titoli a bassa capitalizzazione, titoli internazionali o titoli tecnologici, il Dow non dovrebbe essere utilizzato per rappresentare il sentimento in altre aree del mercato. D’altra parte, poiché il Dow è composto da alcune delle società più note negli Stati Uniti, ampie oscillazioni in questo indice corrispondono generalmente al movimento dell’intero mercato, sebbene non necessariamente sulla stessa scala.

Come si comprano le azioni in borsa?

Se vuoi approfondire leggi anche: Borsa: quotazioni, azioni, titoli. Vi spieghiamo tutto

REDAZIONE BORSA DIVERSA

© Riproduzione riservata