Categoria: Consigli per investire

Borsa e forex: come fare trading sulle valute

No Comments
consigli-borsa

Visto il crescente interesse per il trading online e la borsa in generale, proviamo a fare qualche considerazione anche sul forex, ovvero sulla possibilità di guadagnare scambiando valuta. Il mercato delle valute è il più grande al mondo e ogni giorno ci sono centinaia di migliaia di trader che investono e scambiano in valuta, guadagnando molto bene in pochissimi minuti (o il contrario…). Infatti, scambiare valute o investire nel forex, in genere sono operazioni che si fanno intraday, quindi possono essere operazioni che si esauriscono anche nel giro di pochi minuti.

Le basi

Prima di tutto però occorre attrezzarsi, o meglio, trovare un broker specializzato proprio nel forex, i suggerimenti e consigli che si possono dare in questi casi, sono di provare la piattaforma per capire se è o no quella giusta. Così come tanti trader che investono in borsa acquistando e vendendo azioni, ce ne sono altri che comprano e vendono valuta, oggi tuttavia è possibile farlo da casa con un buon sistema per il trading online. Diciamo che trovare un buon broker non è un’impresa difficile o complicata, l’offerta è ampia e forse l’unico problema è trovare la giusta piattaforma e broker che consenta di investire nel forex ma che risponda esattamente alle nostre esigenze.

Oggi il trading online, la borsa, il forex e altre forme di investimento autonomo, stanno conquistando letteralmente milioni di persone, spinte soprattutto dalla voglia di indipendenza e di stare il più possibile lontano dalle banche. Gli investitori possono anche perdere dei capitali, ma in questo modo avranno scelto di farlo senza che qualcun altro scelga per loro! E così cresce l’attenzione per questa branca del trading, il forex appunto, che in definitiva è anche il comparto per investire più dinamico e per certi versi facile da seguire, questo, infatti, spiega il crescente interesse per il forex.

I consigli per guadagnare con il forex

Le possibilità di guadagno con il forex sono molte, basta solo un dato per capirne l’interesse a livello globale, infatti, si scambiano qualcosa come 4.000 miliardi di dollari al giorno, avete letto bene, 4.000 miliardi di dollari ogni santo giorno. Potete capire quindi che il discorso è sicuramente interessante, se girano così tanti soldi vuol dire anche è facile farli girare, quindi trarre dei profitti a ogni “giro” di giostra.

Un buon consiglio per i neo-trader è di fare un minimo di esperienza prima di cominciare a fare sul serio con il forex, ovviamente un buon broker può offrire tutto il supporto che necessita a chi inizia, quindi la giusta formazione per capire il meccanismo e come funziona il mercato FX, si tratta di valute è vero ma fare trading riuscendo a carpire margini di guadano scambiando valute non è proprio cosa da novellini, quindi con un po’ di pazienza e voglia di imparare si possono raggiungere degli ottimi risultati ma non in breve tempo.

Una volta raggiunta e capita la dimensione del forex, si potrà procedere con il trading online con molta più facilità, avendo sotto controllo il quadro generale dei propri investimenti, del resto la borsa non è un luogo per dilettanti, di fatti, in questi casi, andranno esattamente allo sbaraglio. Non dimenticare di controllare le emozioni quando investi e fai operazioni.

Perché investire nel forex

Le motivazioni a parte i guadagni non sono molte, ma alcuni come abbiamo accennato sopra riguardano la facilità nell’investire, grazie a piattaforme super veloci, si possono fare operazioni di trading davvero prodigiose, sempre seguendo i consigli di cautela, che ovviamente non guastano mai. Il forex può offrire grandi soddisfazioni per chi vuol investire e guadagnare ogni giorno, le fluttuazioni delle valute cambiano di continuo durante la giornata, ogni istante può variare la quotazione di una valuta, quindi si può facilmente intuire che i guadagni sono altrettanto veloci.

Ovviamente non è detto che le operazioni di vendita e acquisto debbano essere di breve durata, ma in genere chi investe nel forex punta a guadagni veloci, ad esempio si investe nel Dollaro a X e si rivende poco dopo a X,2, variazioni che possono essere anche minime ma che consentono in base al capitale una buona rendita giornaliera e mensile. Chiaro che non sono tutte rose e fiori, il forex come altre fonti di investimento online, ha i suoi rischi. La tecnologia ci viene in aiuto e supporta, infatti, la maggior parte delle piattaforme offerte dai broker.

Quanto si può guadagnare con il forex

Con il forex a differenza della borsa tradizionale, si può guadagnare molto, ovviamente questo dipende anche dal capitale che si ha disponibile, anche in questo caso i consigli di cautela valgono sempre. Investire sempre somme di cui siamo sicuri, non intaccheranno il nostro benessere e stile di vita, una volta fatto questo le somme che si possono guadagnare con il trading online potrebbero essere di alcune decine di Euro al giorno fino a diverse migliaia, tutto dipende dalla somma disponibile.

Ora forse è più chiaro che, il forex può essere un buon sistema di trading online che può diventare una fonte di reddito extra, anche se nella maggior parte dei casi chi si interessa a questo tipo di investimento non troppo tardi finisce per farlo diventare un lavoro, redditizio ovviamente. I consigli che anche i più esperti di borsa possono dare, sono gli stessi, prima la formazione e pratica, magari usando anche un conto demo per fare simulazioni e soprattutto capire come funziona il sistema, quindi scegliere un broker che offre questa possibilità sicuramente è meglio. Infine, una volta capito è fatta un po’ di pratica si può iniziare a investire nel forex partendo con budget contenuti, poi via via quando si ha esperienza sufficiente si può sempre alzare il tiro, questo è il trading online e per alcuni una buona opportunità di rendita!

REDAZIONE BORSA DIVERSA
© Riproduzione riservata

 

Giocare in borsa? Controlla le emozioni!

4 Comments
borsa_emozioni

Fare trading e giocare in borsa oggi è molto differente che in passato. Gli strumenti a disposizione supportati dalla tecnologia che ne facilita sempre più l’utilizzo, permettono a chiunque di auto-gestirsi il patrimonio e investire in borsa. Ovviamente come per tutte le attività occorre sapere cosa fare. Saper usare gli strumenti giusti e soprattutto avere una certa dose di preparazione, che nello specifico vuol dire formazione e conoscenza della materia.

La borsa e le emozioni: un matrimonio difficile

Scegliere i titoli di borsa sui quali investire i propri capitali è la cosa più difficile, o meglio, è necessario avere la capacità di analisi e soprattutto intuito per anticipare mosse e fare le scelte giuste e più redditizie. Non è tutto, perché giocare in borsa, vuol dire anche prendere decisioni spesso rapide, dove la freddezza e la calma sono davvero un ingrediente che non dovrebbe mai mancare a ogni buon trader che si rispetti. Questo vuol dire avere molto autocontrollo soprattutto delle emozioni. E’ facile andare nel pallone quando si sta per decidere di acquistare dei titoli di borsa con somme importanti. In questi casi l’esitazione o il dubbio potrebbe indurre a fare degli errori che poi si possono pagare molto cari.

Controlla le emozioni e mantieni la calma

Ovviamente non si studia per diventare un trader. Più precisamente si studia per capire come funzionano i titoli di borsa, quali sono le dinamiche che spingono il listino ai rialzi e quali sono le condizioni che contribuiscono alle oscillazioni spesso molto repentine. In tutto questo avere il controllo della situazione ma più propriamente del proprio stato d’animo vuol dire operare in borsa al meglio delle condizioni possibili. Un buon trader deve essere scaltro e non pensare troppo al denaro qualunque sia la somma che sta per investire. Perché questo spesso limita nelle operazioni, di conseguenza si possono perdere delle buone occasioni di guadagno.

Quando si decide di giocare in borsa è bene tenere presente queste dinamiche, una persona ansiosa che controlla le emozioni a fatica, non dovrebbe imbarcarsi in un’avventura di questo tipo. La borsa italiana come del resto quelle di mezzo mondo, sono luoghi per “squali”, gente che ha il senso del denaro e sa inseguirlo come fare un pescecane sentendo l’odore del sangue. I titoli di borsa non danno certezze, anche se offrono grandi possibilità. Il “trucco” se vogliamo chiamarlo in questo modo è tutto nella capacità di gestire le informazioni, interpretare report e seguire gli andamenti della borsa italiana. Questo ovviamente si può fare solo dopo un certo numero di ore dedicate alla ricerca e all’apprendimento.

borsa-diversa-controllo-emozioni-tradingI migliori trader al mondo hanno formazione e forza di volontà

Ovviamente oltre queste qualità hanno anche una buona propensione al rischio. Altrimenti non potrebbero essere i migliori. Infatti, su una scala da 1 a 10 generalmente quelli che guadagnano di più, si attestano a una soglia di rischio tra il 5 e il 6, che pur essendo nel mezzo consente loro di trarre grandi profitti dai titoli di borsa. Anche nella borsa italiana ci sono trader famosi che hanno fatto la loro fortuna investendo grazie a queste peculiarità. Giocare in borsa oggi può essere un’attività molto redditizia, importante è sapere cosa fare.

Per diventare grandi esperti e quindi dei buoni trader che fanno profitti, il metodo migliore è quello di seguire la formazione online. La maggior parte dei broker la offre a tutti i nuovi trader. Non sono banalità ovviamente, infatti, per ogni broker il miglior trader è quello che guadagna e usa la sua piattaforma per investire. Quindi la formazione è presa molto sul serio da tutti gli attori in campo. Nulla va lasciato al caso o improvvisato. Ad esempio per un trader novello il suo peggior nemico non sono i titoli di borsa, ma la sua stessa conoscenza. Più sarà digiuno di informazioni maggiori saranno i rischi che corre quando inizia a giocare in borsa.

Un minimo di “rodaggio” prima di lanciarsi nella borsa italiana

Un nuovo trader che ha come obiettivo quello di giocare in borsa, deve fare un percorso minimo di formazione. Questo vuol dire che dovrà iniziare dalla base per salire fino ai piani alti della borsa. Che cosa significa questo? Semplicemente che deve iniziare a muovere i primi passi con un conto a basso volume investendo piccole somme. Ma sempre studiando i vari titoli di borsa, i compartimenti e ogni aspetto delle dinamiche che fanno oscillare le azioni.

Ci sono broker che per questo tipo di “allenamento” offre dei conti demo, identici ai conti reali, con la differenza che i fondi sono virtuali. Si hanno a disposizione delle somme da investire per giocare in borsa come fossero soldi veri, con la differenza che in caso di vincita sarà solo una mera soddisfazione personale senza alcun guadagno. Tuttavia questo è un buon sistema per apprendere come funziona la borsa. Si impara a conoscere i titoli e quali sono i possibili andamenti nel medio lungo termine, tutte informazioni che faranno la differenza quando si inizierà a fare sul serio.

Utilizzando strumenti come questo, anche il neo trader avrà la possibilità di formarsi le “ossa”. Capire come funziona una piattaforma per il trading, e studiando grazie alle informazioni offerte dai vari broker. Entro poche settimane sarà in grado di muoversi molto più agevolmente tra i titoli di borsa. Ecco, per dare una definizione più incisiva diciamo che giocare in borsa non è per avventanti, ma per gente seria preparata e decisa a imparare come fare soldi investendo in titoli di borsa.

Seguendo un percorso di questo tipo nel giro di alcuni mesi anche il più incapace potrebbe iniziare a guadagnare dei bei soldi. Nel giro di un anno la borsa italiana la conoscerà come le sue tasche e fare investimenti comprando e vendendo azioni diverrà la cosa più normale di questo mondo.

Altra cosa importante non bisogna avere fretta di imparare, la borsa è lì da anni e ci rimarrà per molto tempo ancora. Di sicuro con la giusta preparazione e una buona formazione una volta che si è pronti, non mancherà le occasioni per guadagnare!

“Sii padrone della mente anziché essere padroneggiato dalla mente” (Detto zen).

borsa-titoli-trader-zen

 

REDAZIONE BORSA DIVERSA

© Riproduzione riservata

Forex: Trading automatico o manuale?

No Comments
trading-automatico-borsa-giocare-in-borsa

La tecnologia sta addentrandosi in tutti i campi esistenti, e ovviamente il trading non poteva essere da meno.

Qualche anno fa disponevamo solo di un’opzione per negoziate valute: il trading manuale. Bisognava setacciare il mercato in cerca di opportunità e potevamo persino perdere denaro per la lentezza nell’esecuzione dell’operazione, visto che il nostro operatore poteva non eseguire le operazioni in maniera efficiente.

Oggi giorno, grazie al trading automatico, non dobbiamo preoccuparci di questi aspetti, ma è veramente una buna idea automatizzare tutta la nostra operatività sul mercato forex? Non proprio.

L’eterno dilemma

Una gran parte dei piccoli investitori che si addentrano nel mercato delle valute si imbattono in questo dilemma, operare in maniera manuale o in maniera automatica attraverso sistemi di trading programmabili.

I traders che sono sul mercato da diversi anni sapranno e conosceranno come era l’operatività prima che la tecnologia irrompesse nel mondo del forex. Questi traders hanno saputo evolvere verso una forma di operare abbastanza differente.

Senza dubbio, i più giovani ignorano il contesto tradizionale ed è per questo che è più difficile per loro immaginarsi come sarebbe l’operatività e trarre conclusioni su quale sistema sia migliore.

Per molti dei nuovi traders, l’operatività manuale è molto più difficile. Il maggiore svantaggio che vedono è che devono sempre tenere gli occhi posti sul mercato durante il tempo che il mercato, sia quello che sia, permane aperto.

Per operare in maniera manuale devi essere tecnicamente molto bravo, avere un amplio conoscimento del mercato e de essere astuto al momento di prendere posizione. Il grande inconveniente è che esistono tante variabili da controllare che ci sono molte possibilità che qualcosa possa andare storto.

Questo non vuol dire che operare con sistemi automatici di trading sia facile e che tutto filerà liscio se impieghi questo metodo.

Immaginate che un enorme tsunami sta per colpire il Giappone. Ti piacerebbe investire sul cambio USD/JPY nel momento in cui l’onda si avvicina? Sicuramente no. Però il bot non smetterà di prendere posizione autonomamente.

Per semplificare, potremmo dire che i bots non sono altro che programmi che eseguono operazioni autonomamente in funzione di alcuni parametri che introduciamo.

Trading automatico

Operare in maniera automatica porta con se numerosi vantaggi. Da un lato, è molto sistematico. Puoi configurare il tutto come desideri e dopo dovrai solo aspettare che il sistema inizi a prendere posizione.

Se il programma è ben progettato, esiste poco rischio che le cose possano andar male. É nella progettazione del programma il cuore del problema.

Esistono complicati algoritmi che valutano i volumi e i prezzi in cerca di condizioni particolari di entrata e uscita sulle quali il bot prenderà posizione di conseguenza. Altri invece semplicemente seguono tendenze e medie, e altri invece cercano ripetizioni di comportamenti passati del mercato. Tutte queste strategie possono funzionare, ma richiedono molta disciplina.

Attualmente  puoi trovare un enorme quantità di bots già programmati in Internet, anche se la loro resa è il più delle volte dubbia. In molti casi, questi prodotti sono pieni di bugs o semplicemente si tratta di truffe dirette ai principianti.

Sotto questo punto di vista si può affermare che il miglior sistema automatico è quello basato nella tua propria strategia. In altre parole, la cosa più raccomandabile è che tu progetti la tua propria strategia secondo i tuoi obbiettivi e attitudine al rischio per poi portarla a un programmatore che la trasformi in un software concreto.

Una volta trovato il bot giusto, il trading automatico ti consentirà di ignorare lo schermo per la maggior parte del tempo visto che il sistema prenderà le decisioni autonomamente. Se il programma è buono solo dovrai realizzare piccoli aggiustamenti. Un altro vantaggio è che se operi in questa maniera potrai lasciare tutto il lato emotivo da un lato. Non bisogna però  dimenticare che il sistema automatico perfetto non esiste. Un programma può funzionare bene durante certo tempo ma quello non implica che sempre sia così.

Trading manuale

Il grande vantaggio del trading manuale è che un computer non può rimpiazzare la tua mente. La capacità razionale che possediamo noi umani è qualcosa di prezioso al momento di prendere decisioni di investimento.

Per esempio, se vi è un fatto politico rilevante sul punto di accadere, o una recessione economica all’orizzonte, o si prevede l’uscita di una notizia rilevante, ecc. potrai plasmare tutti questi possibili fattori nella tua operatività, visto che tutti loro possono influenzare in maniera significativa come si muove il mercato forex.

Il principale inconveniente è che le conoscenze che dobbiamo avere al momento di operare in maniera manuale devono essere maggiori. Dobbiamo anche disporre di un maggior tempo per controllare i movimenti del mercato. E in fine, al momento di operare manualmente è possibile che ci lasciamo trasportare più dalla nostra parte emozionale che razionale, e questo, può portarci a commettere errori che ci costeranno parecchio denaro.

Sistemi ibridi

La cosa più comune tra i grandi traders è optare per sistemi ibridi che combinano i vantaggi di entrambe i metodi.

Nessuno di loro vuole lasciare tutto in mano a un programma e nemmeno vuole spendere il suo tempo nel seguire e vagliare il mercato.

La maggioranza ha sistemi che ti permettono “attivare e disattivare il pilota automatico” in determinati momenti, per esempio, quando si va a dormire. In quel momento il bot inizierà ad operare in maniera automatica.

I sistemi ibridi apportano flessibilità, visto che puoi permettere che il programma operi senza il tuo intervento e, inoltre, potrai cambiare il suo comportamento se vi è qualche notizia all’orizzonte che possa causare movimenti sfavorevoli per te nel mercato.

REDAZIONE BORSA DIVERSA

© Riproduzione riservata